L’asset manager per un mondo che cambia
BNP PARIBAS ASSET MANAGEMENT - TM European Equities 1440x300

Investire nelle azioni dell’area Euro

 

Un ciclo economico favorevole e valutazioni meno elevate rispetto agli altri mercati dei paesi avanzati depongono a favore delle azioni della zona euro. Il rafforzamento dell'euro a partire dal 2017 sinora ne ha limitato la performance, ma questa tendenza valutaria pare essere giunta al termine.

 

Punti chiave

  • Congiuntura economica favorevole e clima politico più disteso
  • Quotazioni dei titoli europei meno elevate e buone prospettive di crescita degli utili societari

 

Congiuntura economica solida nell’area dell’euro

La ripresa nell’area dell’euro si è rafforzata nel corso dei mesi, al punto che la crescita media annua nel 2017 è stata la più elevata negli ultimi dieci anni. Nel gennaio del 2018, l’indice che rileva la fiducia dei responsabili degli acquisti nei settori manifatturiero e dei servizi (PMI), si è issato al livello più alto da circa 12 anni a questa parte.

ee_eurozone

In seguito, questo importante indicatore – relativo alle prospettive dell’attività economica – ha registrato una flessione tornando al livello dell’inizio del 2017. Su base storica, la media del PMI nel primo trimestre del 2018 corrisponde a un incremento del PIL almeno analogo a quello registrato alla fine del 2017 (+0,6% rispetto al trimestre precedente). Inoltre, la recente flessione non rimette in discussione la dinamica della crescita, che resta forte e diffusa.

Le elezioni presidenziali tenutesi a maggio 2017 in Francia hanno dissipato i timori per la costruzione europea, al punto che gli eventi di natura politica registrati nei mesi successivi, per quanto numerosi (difficoltà per la formazione del nuovo governo in Germania, incertezze per la situazione catalana, elezioni italiane, negoziati per la Brexit), non hanno penalizzato la fiducia degli operatori economici.

*Fonte: Indice PMI® IHS Markit

 

I multipli delle azioni europee sono più interessanti

ee_usdeur

Alla fine di marzo 2018 i tradizionali multipli di mercato degli indici azionari mostravano che – a differenza dei mercati USA – i listini europei non erano sopravvalutati (con il P/E attestato a quota 13 in base agli utili previsti a 12 mesi per l’indice MSCI Euro). Inoltre, dopo il calo delle quotazioni nel corso del primo trimestre causato dai timori di una deriva protezionista a livello internazionale, alcuni indicatori finanziari hanno mostrato persino una lieve sottovalutazione.

Alla luce del contesto macroeconomico favorevole, riteniamo che le società dell’eurozona dispongano di buone prospettive di crescita degli utili, traendo vantaggio dall’esposizione alla congiuntura internazionale e dalla solida crescita interna. Infine, è probabile che l’inflazione modesta e le politiche monetarie espansive della Banca centrale europea garantiscano la permanenza su bassi livelli dei rendimenti obbligazionari. Pertanto, la valutazione relativa azioni/obbligazioni dovrebbe rimanere favorevole ai titoli azionari della zona euro.

 

Investire nell’azionario con BNPP AM

La nostra gamma di fondi permette di trarre beneficio della buona tenuta dell’attività economica a livello globale – attraverso le aziende di grandi dimensioni selezionate in base al posizionamento particolarmente vantaggioso nei rispettivi settori d’attività – oppure, più specificamente, dalla crescita della zona euro – che dovrebbe sostenere l’attività delle piccole imprese più sensibili alla domanda interna.

*Fonte: I/B/E/S, Datastream

 

Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri. Gli investimenti nei fondi sono soggetti ad oscillazioni di mercato e ad altri rischi insiti negli investimenti in titoli. Il valore degli investimenti e il rendimento da essi generato possono aumentare o diminuire ed è possibile che gli investitori non recuperino la totalità degli importi originariamente investiti. Questi fondi comportano il rischio di perdita del capitale. Per una descrizione e una definizione completa dei rischi, si prega di consultare il prospetto e il KIID di questi fondi. Prima di investire, si consiglia di leggere l’ultimo prospetto del fondo e il KIID, disponibili gratuitamente sul nostro sito internet www.bnpparibas-am.it.