L’asset manager per un mondo che cambia
Finance asset allocation
  • Home
  • UNA FASE DI RILANCIO

UNA FASE DI RILANCIO

Investment strategy

Maximilian MOLDASCHL
 

ASSET ALLOCATION MENSILE

Summary

  • Sollievo dalla de-globalizzazione e reflazione – notizie geopolitiche positive hanno spinto i mercati a muoversi in una modalità reflazionistica. Riteniamo che questo possa durare nel breve termine, ma nel lungo, le cose sembrano più complicate.
  • Il reddito fisso più a rischio – continuiamo a ritenere che i mercati del reddito fisso siano i più a rischio a causa di un continuo spostamento verso un contesto reflazionistico.
  • Dati deboli, ma nessuna imminente recessione – riconosciamo il rallentamento dei dati macroeconomici, ma riteniamo che sia ancora troppo presto per parlare di recessione.
  • Le principali differenze rispetto al Q4 2018 – mentre la macro sembra altrettanto debole, la posizione della banca centrale, le valutazioni e il posizionamento sono chiaramente diversi.

Asset allocation

  • Ottimizzatore del portafoglio MFA – avendo introdotto il nostro nuovo ottimizzatore di portafoglio che utilizza l’analisi fattoriale per mappare le views sulle classi di attivo principali, ora comunicheremo anche le opinioni da un punto di vista “fattoriale”.
  • Esposizione fattoriale – nelle esposizioni complessive ai fattori dalle nostre attuali views, il risultato è un sovrappeso nel rischio di mercato. Le esposizioni ad altri fattori sono meno significative.
  • Sovraponderazione sulle azioni – restiamo opportunistici e, in una recente flessione, abbiamo aggiunto una posizione di sovrapeso sulle azioni, che è il principale contributore al sovrapeso sul rischio di mercato.
  • Sottopeso sulla duration core EMU – ci prefiggiamo di essere opportunistici e abbiamo ridotto l’esposizione corta in seguito ai movimenti dei rendimenti. Ma i rischi legati alla reflazione restano elevati per i tassi.
  • La ricerca del rendimento – crediamo ancora nella ricerca del rendimento. Manteniamo una posizione fortemente carry sul debito estero dei mercati emergenti e abbiamo aggiunto una posizione sui REITs EMU.
  • Portafogli solidi – continuiamo a mantenere operazioni con asimmetrie rispetto ai nostri scenari di rischio, ad esempio posizioni lunghe sul punto di break-even dell’inflazione statunitense e numerose operazioni di de-globalizzazione.

Sullo stesso argomento: