BNP AM

L’investimento sostenibile per un mondo che cambia

Sustainable Finance Disclosure Regulation (SFDR)

L’Era della Sostenibilità sta soppiantando l’Era del Carbone, un’era durata 200 anni. Il settore dei servizi finanziari, in parte per scelta e in parte per imposizione normativa, sta contribuendo a facilitare la transizione.

L’Unione Europea chiede un’azione tangibile sul cambiamento climatico. È determinata a garantire emissioni di carbonio nette zero entro il 2050. Vuole il greenwashing fuorilegge. E nel perseguimento di questi obiettivi politici, ha istituito la SFDR – Sustainable Finance Disclosure Regulation.

L’UE dice che la SFDR “stabilisce obblighi di divulgazione relativi alla sostenibilità per i produttori di prodotti finanziari e consulenti finanziari verso gli investitori finali”. [1] L’UE ha ufficialmente adottato la SFDR nel 2019, con le informative di Livello 1 che sono diventate obbligatorie nel marzo 2021.

Oltre alla SFDR, esiste anche la direttiva sui mercati degli strumenti finanziari (MiFID) II e i suoi tre pilastri: tassonomia dell’UE, investimenti sostenibili e principale impatto negativo sostenibile (PASI) e direttiva sulla rendicontazione della sostenibilità aziendale (CSRD).

Le risorse e i video in questa pagina rispondono alle domande chiave sulle principali normative sulla finanza sostenibile che hanno un impatto sul nostro settore e descrivono l’approccio di BNP Paribas Asset Management ad esse.

      Note

      [1] https://ec.europa.eu/info/law/better-regulation/have-your-say/initiatives/1185-Institutional-investors-and-asset-managers-duties-regarding-sustainability_en